Un libro come un seme

Giovanni Paolo IIL’uomo e la donna sono chiamati non solo a esistere “uno accanto all’altra” oppure “insieme”, ma sono chiamati a “esistere reciprocamente” l’uno per l’altro…

Il matrimonio è la prima e, in un certo senso, la fondamentale dimensione di questa chiamata (Genesi 2-18,25)

Tutta la storia dell’uomo sulla terra si realizza nell’ambito di questa chiamata.

In base al principio del reciproco essere per l’altro, nella ”comunione interpersonale”, si sviluppa l’integrazione nell’umanità stessa voluta da Dio.

Papa Giovanni Paolo II

(lettera Apostolica Mulieris Dignitatem 15/08/1988)

 

L’opera "I Colori della Tenerezza"

libro webIn questo piccolo libro, come in un seme, è racchiusa la forza, donata dal Signore, che lo farà germogliare e diventare quercia.

Per questo desideriamo ”incontrare” persone che vogliano con noi far crescere la quercia, mettendo insieme energie positive che possano essere luce per coloro che cercano la via…

Ci piacerebbe “accogliere” uomini e donne che credono nel progetto di Dio e si vogliano mettere in gioco per sfidare un mondo che appare sempre più grigio.

Vorremmo far nascere una esplicita condivisione di opinioni e confronti significativi con coloro che, affascinati dalla bellezza della vita, desiderano guardare ad una realtà migliore, con coloro che credono prima di tutto sul valore unito dell’uomo e della donna come “coppia coniugale”.

La famiglia è un seme redento. E’ stato posto nelle mani di un uomo e di una donna perchè lo curassero, lo custodissero e lo fortificassero nella consapevolezza che la strada da percorrere è quella dell’umile amore.

Per questo vorremmo conoscere testimonianze di vita significative che permettano di alimentare la speranza in coloro che sono sfiduciati per dire che tutto è possibile nelle mani di Dio.

L’opera "Chiaroscuri della famiglia"

libro-ok

Il libro di Anna Stevani e Tarcisa Delrio, con l’alternarsi armonico di espressioni artistiche, versi poetici e citazioni bibliche, evoca un’apertura del cuore verso l’Infinito che ci ha donato la famiglia come bellezza e trasperenza del Suo stesso essere.

Non esiste niente di più alto nel nostro mondo di due innamorati che diventano dono l’uno per l’altro nelle nozze e si aprono alla vita, dando origine ad una casa.

Il libro orienta e percorre un itinerario. Muove dalle notti ma non si ferma ad esse; la sua meta sono i giorni: i giorni della grazie e dello splendore verso un’alba sempre nuova e una festa di bimbi che si rinnovi di primavera in primavera.

Dalla prefazione di Carlo Rocchetta